Categoria «Frutta e verdura dell'orto»

Raccogli e conserva zucche, zucca e altre cucurbitacee

Il giardiniere informato sa che il suo orto può fornirgli molte verdure fresche durante l'inverno, stagione alla quale si adattano; è il caso di barbabietole, carote, sedano, cavolo cappuccio, pastinaca, porro, lattuga di agnello, rucola, cicoria, topinambur, ecc. Tuttavia, integrare i vostri menù con le verdure dell'estate precedente permette di variare i piaceri del gusto oltre che l'apporto nutritivo. Pe

Calament (Calamintha), aromatico con un profumo di menta

Calament è una pianta perenne aromatica, cugina della menta e della melissa, che cresce nei prati, nella macchia, nei boschetti e nei giardini rocciosi. Beneficia di un'ottima robustezza. La sua cultura è facile ed i suoi fiori tubolari con due labbra unite in cime nei toni bianco, bluastro, rosa fino al malva, si sviluppano per tutta l'estate, attirano le api ed emanano un profumo di menta mescolando quello di melissa, molto gradevole.Su

Soursop (Annona muricata) o graviola

Il soursop ( Annona muricata ) chiamato anche sapadilla o graviola, è un albero sempreverde concentrato principalmente nelle Indie Occidentali, America tropicale, Africa e Asia che produce il soursop, un frutto esotico. Può raggiungere i 7-10 m di altezza e le sue fragranti foglie oblunghe, lunghe dai 10 ai 15 cm, assomigliano a quelle dell'alloro.I

Miele biologico: com'è possibile?

Chi è resistente al biologico è sempre pronto a scherzare davanti a un vasetto di miele biologico, beffandosi del fatto che l'apicoltore non è dietro ad ogni ape per controllare che vada a foraggiare su fiori e piante coltivate secondo le regole del agricoltura biologica. Certamente, ma se l'etichetta biologica esiste nell'apicoltura, trova naturalmente la sua giustificazione.Mie

Pitaya (Hylocereus undatus), frutto del drago

La pitaya, chiamata anche frutto del drago, è un frutto esotico prodotto da un grande cactus epifita , una liana molto ramificata, che può raggiungere i 4 m di lunghezza e larghezza. Prima di fruttificare, questo cactus fiorisce solo al calar della notte: sboccia un grande fiore bianco ma la sua durata è effimera poiché non dura il giorno successivo. Mis

Il fungo ostrica, il fungo da coltivare in casa

Dalla famiglia delle Pleurotaceae, i funghi ostrica possono essere riconosciuti da alcune caratteristiche comuni essenziali e questi funghi hanno il vantaggio di essere quasi tutti commestibili e capaci di essere coltivati. Il fungo ostrica ( Pleurotus cornucopiae ) e il fungo ostrica ( Pleurotus ostreatus ) sono i più ambiti del genere.C

Tamarindo (Tamarindus indica), frutto in baccelli

Il tamarindo o tamarindo o palma da datteri indiana è un grande, maestoso e bellissimo albero tropicale che riesce particolarmente bene nelle Indie occidentali ma anche in India e nel sud-est asiatico poiché necessita di un minimo di 15 ° C.Le sue foglie sempreverdi sono lunghe fino a 10 cm con molte foglioline strette e allungate che si restringono più in alto sulla foglia. La

Colocynth (Citrullus colocynthis), zucche decorative

Parliamo di colocynth per rievocare tutti i frutti della famiglia delle Cucurbitacee, di piccole dimensioni e con forme e colori originali che consentono loro di svolgere funzioni decorative in un cesto, in cucina per esempio. Il vero colocynth ( Citrullus colocynthis ) ci arriva dall'Africa ma molti altri vengono chiamati così anche per la loro originalità.Le

Pepe rosa (Schinus molle), falso pepe

Il pepe rosa ( Schinus molle ) non appartiene alla famiglia delle Piperaceae che riunisce i peperoni ( Piper ) ma a quella delle Anacardiaceae come il pistacchio o il sommacco della Virginia ad esempio, che giustifica il suo nome di falso albero del pepe.L'altro suo nome vernacolare di albero del pepe americano trova la sua spiegazione nei paesi di origine di questo albero con il suo porto semi-cadente, ovvero quelli del Sud America dove cresce nelle foreste.

Gigerin (Citrullus lanatus), un'anguria in confettura

Il Gigerin ( Citrullus lanatus var. Citroides syn. Citrullus amarus ) chiamato anche citre, barbarine, meréville, gingerine o jam cocomero, a seconda della regione, appartiene alla grande famiglia delle Cucurbitaceae come varietà di anguria. Tuttavia, mentre le angurie, molto ricche di acqua (92%) e zuccheri, vengono consumate crude, questa è un'eccezione e si possono consumare solo cotte, in marmellata o gelatina, perché la sua polpa non è commestibile cruda.Uno d

Il carciofo (Cynara scolymus), l'ortaggio dimagrante

Il carciofo ( Cynara scolymus ) è in realtà una specie di cardo addomesticato dall'uomo e adattato alla coltivazione. Questo ortaggio da fiore, che a volte viene utilizzato come pianta ornamentale, si erge molto elegante e può raggiungere 1,5 m. Deve la sua struttura imponente in gran parte alle sue grandi foglie grigio-verdi persistenti, tagliate finemente e molto lunghe poiché possono misurare fino a 1 m.All'

Vola l'amanita, il fungo rosso con i puntini bianchi

L'agarico di mosca è il grazioso fungo rosso a pois bianchi così utilizzato nei cartoni animati - Biancaneve in particolare - e nei fumetti, ma che non è affatto tra i funghi comuni più apprezzati perché estremamente tossico per il fatto dei suoi effetti allucinogeni! L' agarico di mosca ( Amanita muscaria ) della famiglia delle Amanitaceae, detta anche falsa spina, prende il nome dal violento potere insetticida che si può ottenere dalle mosche, da un preparato a base di trito di fungo .Come r

Zenzero (Zingiber officinale), piccante ma piccante

Lo Zenzero ( Zingiber officinale ) è una pianta aromatica esotica proveniente dall'India e dalla Malesia, difficile da coltivare alle nostre latitudini perché necessita di calore con un minimo di 10 ° C.Questa perenne tropicale si presenta con fusti alti e snelli che possono raggiungere i 2 metri, sui quali sono portate foglie inguainanti, oblunghe e lanceolate lunghe da 10 a 15 cm. Fi

Cumino (C Aluminum Cyminum), spezia orientale

Il cumino è una pianta annuale aromatica dal porto leggero e fragile che si sta godendo le calde terre mediterranee. Il cumino assomiglia alle carote con foglie lunghe da 3 a 7 cm a strisce sottili e fiori in ombrelle dal bianco al rosa. A volte viene anche confuso con il cumino ( Carum carvi ), i cui frutti, chiamati "semi", si formano in modo simile dopo la fioritura.

Rucola (Eruca sativa), insalata di peperoni per mesclun

La rucola, a lungo chiamata "eruce", è un'insalata rustica molto rinfrescante, di solito misura tra 8 e 12 pollici di altezza. Le sue piccole foglie carnose da 3 a 5 cm sono di un bellissimo verde scuro e sono principalmente divise in lobi irregolari e irregolari. Il loro sapore leggermente piccante e pepato, così come la loro consistenza croccante, rendono la rucola un'insalata immediatamente riconoscibile al palato.La

Giraumon (Cucurbita maxima), zucca turbante

Una varietà di zucca, Giraumon è una pianta annuale originaria del Sud America. Quando vuole, il Giraumon si rilassa e si distende molto velocemente fino a occupare 2 m di lunghezza. Le sue grandi foglie sempreverdi, tagliate in cinque lobi, sono portate da lunghi steli contorti. I fiori femminili, gialli, danno frutti grandi da 3 a 4 kg.Co

Mora (Rubus × loganobaccus) o mora-lampone

La mora ( Rubus × loganobaccus ) mora-lampone o Loganberry è un frutto derivante da un incrocio probabilmente accidentale o naturale di un rovo selvatico della California ( Rubus ursinus ) vicino al nostro comune rovo ( Rubus fruticosus ) con un lampone ( Rubus idaeus ).Nonostante sia ancora poco conosciuta, questa cultivar ha già una lunga storia punteggiata da colpi di scena! La

Pera: raccolta, conservazione e utilizzo delle pere

La pera è un frutto che si conserva come una mela, si conserva molto bene, a seconda della varietà, che offre la possibilità di variare il consumo di frutta in inverno quando la vegetazione non è nel ciclo produttivo. Il pero comune ( Pyrus communis ), originario dell'Asia occidentale e dell'Europa temperata, sebbene richieda più calore del melo ( Malus communis ) trova il suo posto in tutti i frutteti. Dolc

Pesca (Prunus persica), frutto baciato dal sole

Il pesco ( Prunus persica ) è un albero autofertile originario dell'Estremo Oriente, della Cina meridionale, e non della Persia, che tuttavia raggiunse dalle Vie della Seta e il cui nome è ben derivato dal latino persica per significare "dalla Persia". Questo albero da frutto della famiglia delle Rosaceae, capace di vivere tra i 25 ei 40 anni, e di poter raggiungere i 5 m di altezza, ama il caldo e teme le gelate tardive che danneggiano i suoi fiori.Al

Ortica (Urtica dioica), un'erbaccia formidabile!

L'ortica ( Urtica dioica ), a causa dei suoi peli pungenti, è qualificata come infestante, mentre non ha solo proprietà medicinali ma anche proprietà dopanti per le piantagioni da giardino senza dimenticare che viene consumata anche in cucinato.Un'erba benefica da tenere a portata di mano avendo cura di raccoglierla in zone non inquinate! La

Fagiolo bianco o fagiolo di cocco (Phaseolus vulgaris), verdura dietetica

Il fagiolo o il fagiolo bianco è un ortaggio sia dietetico che nutriente. Infatti, ricchi di proteine, fibre e carboidrati complessi, i fagioli poi consumati in piccole quantità danno subito una sensazione di sazietà. Senza dimenticare che questo ortaggio contiene anche vitamine per citare solo il gruppo B, oltre a minerali necessari all'organismo, tra cui in particolare ferro, potassio o fosforo. Al

Angelica (Angelica archangelica), pianta da frutto candito

Angelica ( Angelica archangelica ), detta anche archangelica , erba con angeli o anche erba dello Spirito Santo, l'angelica è una magnifica pianta erbacea biennale rustica con fogliame deciduo, fino a 2 metri di altezza. Si trova allo stato selvatico ma è coltivato anche nei giardini.I suoi fusti tubolari cavi e nervati sono molto ramificati, portano foglie immense lunghe da 60 a 80 cm, che sono inserite sul fusto da un'ampia guaina, sono molto dentellate, di colore verde chiaro, bipennate con foglioline dentate . C

Goji (Lycium barbarum), baia di Lyciet

Goji ( Lycium barbarum) è la bacca wolfberry, leggermente allungata (da 1 a 2 cm), di colore arancione, dal sapore dolce, ed è particolarmente ricercata per le sue proprietà medicinali e antiossidanti: ricca di vitamina C, B1, B2, B6, E, negli aminoacidi, negli oligoelementi, nel beta-carotene, nel calcio, nelle proteine, rafforzerebbe le difese immunitarie, abbasserebbe il colesterolo e la pressione sanguigna. So

Bietola (Beta vulgaris var. Cicla), bietola o bietola

Il Perry ( Beta vulgaris var. Cicla ) detto anche bietola, bietola, cardo , giostra, a seconda della regione, è un ortaggio con ciclo vitale di due anni, ma attenzione, teme il gelo. Dalla barbabietola ( Beta vulgaris ) coltivata per le sue radici morbide e carnose, si è sviluppato un altro ortaggio molto diverso di cui si mangiano i piccioli carnosi: la bietola ( Beta vulgaris var. C

Patata (Solanum tuberosum), alimento base vegetale

La patata ( Solanum tuberosum ) è una pianta perenne il cui fogliame può raggiungere 1 m di altezza, originaria delle alte montagne del Sud America e poi importata in Spagna. Oggi la patata è una delle verdure più consumate in Europa e la più consumata dai francesi (30kg / anno).I suoi fusti erbacei che formano una specie di ciuffo portano foglie leggermente picciolate, tagliate in lobi ovali o oblunghi. La s

Soia (Glycine max), un legume ricco di proteine

La soia ( Glycine max ) è la soia gialla, una pianta annuale che è uno dei legumi che sviluppano baccelli pelosi di 4-8 cm simili a fagioli grandi, in cui fino a 4 semi gialli di forma ellittica che misurano 5 a 10 mm. Nonostante le numerose varietà, la soia è spesso rampicante con fusti eretti fino a 1,5 me foglie con 3 foglioline ovali lunghe 5-10 cm, pelose inferiormente. Pic

Cachi (Diospyros kaki) o cachi giapponesi, un frutto ricco di antiossidanti

Il khaki Dispyros o cachi giapponese è un albero rustico con portamento espanso, con foglie semplici, larghe, ovali e alterne, di colore verde, che assumono un bel colore rosso in autunno. Ci sono alberi con fiori maschili e altri con fiori femminili.I suoi frutti dioici, dalla buccia liscia arancione, hanno una grande somiglianza con i pomodori e misurano tra i 5 e gli 8 cm di diametro.

Durian (Durio zibethinus), un frutto maleodorante

Il durian ( Durio zibethinus ), detto anche dourian o durion è un frutto esotico, comune sulle bancarelle della Malesia, delle Filippine e del Sud-est asiatico, più in generale, ma attenzione, non è solo originale nella sua forma ma inoltre, particolarmente ripugnante per il suo cattivo odore e il suo insolito sapore potente estremamente tenace. Mo

Maggiorana (Origanum majorana) o origano grande

La maggiorana ( Origanum majorana ) viene spesso confusa con l'origano selvatico ma non è così resistente (-4 ° C contro -15 ° C), il che spiega perché è generalmente coltivata come annuale. Amiamo questa pianta aromatica per il suo profumo canforico, che ricorda le "erbe di Provenza", che emana quando le sue foglie frusciano e in cucina, che si dispiega con più forza dell'origano ( Origanum vulgare ) di cui è un cugino stretto appartenente allo stesso sesso.È una pi

Calamondin (Citrus madurensis), arancio da interni

Il calamondino o calamondino ( Citrus madurensis syn. Citrus mitis ) è un ibrido derivante dal mandarino ( Citrus reticulata ) e dal kumquat ( Fortunella margarita ), destinato in particolare a sostenere l'ambiente dei nostri interni. Inoltre, se può essere portato all'aperto durante l'estate, assicurati di portarlo dentro prima dell'inverno perché non sopporta temperature che scendono sotto i 5 ° C.Ha p

Pera-melone (Solanum muricatum) o pepino

Il pero-melone ( Solanum muricatum ) è anche chiamato pepino, melone-pera o anche Morelle de Wallis e proviene dal Sud America. È una pianta perenne coltivata come annuale a causa del nostro clima troppo freddo. Fa parte della grande famiglia delle Solanacee (pomodoro, patata, melanzana…) a cui assomiglia stranamente.Il f

Manioca (Manihot esculenta) l'origine della tapioca

La manioca è una pianta perenne coltivata come annuale nei tropici e subtropicali che produce un ortaggio a radice da cui si ricavano farina, amido e tapioca. Originaria del Brasile, la coltivazione della manioca fu portata in Africa dagli europei nel XVI secolo.L'arbusto forma cespi arborescenti che raggiungono i 3 o 4 metri di altezza, con un apparato radicale costituito da radici striscianti che diventano tuberose e che sono oggetto di raccolti destinati al consumo: le radici tuberose brune a polpa bianca possono raggiungere i 50 cm lungo e una decina di centimetri di diametro.

Tartufi: quali varietà? Come piantare un albero da tartufo?

Le celebrazioni di fine anno sono oggetto di molti mercati e sagre del tartufo, principalmente nel sud-est della Francia, ei prezzi spesso salgono a seconda dell'offerta. Ti stai chiedendo se anche tu puoi piantare un albero del tartufo per raccogliere i tuoi tartufi?Cos'è un tartufo?Il tartufo un po 'globoso, della famiglia delle Tuberaceae, è il frutto di un fungo micorrizico: può essere particolarmente gustoso e raffinato, ma alcune specie non hanno sapore. In

Salvia comune (Salvia officinalis), erba sacra

La salvia o "tè europeo" è una "erba sacra", una pianta perenne semi-arbustiva molto resistente, con portamento eretto e foglie sempreverdi che misurano da 5 a 8 cm di lunghezza, grigioverde, lanuginose, oblunghe, ovale. La salvia forma un ciuffo cespuglioso alto dai 40 ai 60 cm, ci arriva dal Nord Africa e dal bacino del Mediterraneo. L

Piante selvatiche commestibili: come navigare?

Molte piante selvatiche (erbe o fiori) delle campagne sono state utilizzate per secoli per le loro proprietà medicinali: i nostri antichi conoscevano tutti questi tesori della natura con cui curavano i loro mali ma che usavano anche per esaltarne il gusto ed i sapori. della loro cucina. Qualche accorgimento prima di iniziare a cucinare ricette tradizionali, originali o rivisitate che sorprenderanno i vostri amici!R

Ciliegio (Prunus avium), ciliegio selvatico

Il ciliegio è un bellissimo paese con diffusione che cresce in quasi tutti i legni provenienti da Europa, Nord Africa, Russia, Sud-Ovest asiatico e Sud-est. È anche chiamato ciliegio selvatico o ciliegia di uccello.La sua corteccia è liscia, grigia, segnata da bande rosse, che possono essere staccate da placche trasversali. Le

Gelso nero (Morus nigra), bacca nera

Il gelso nero ( Morus nigra ) è un albero da frutto rustico, la cui forma è sia tondeggiante che cespugliosa, conferendogli una certa eleganza. Le sue foglie decidue optano per una consistenza lanuginosa sul retro e ruvida sul posto. Circa dieci centimetri, la loro forma a cuore è tagliata da un contorno frastagliato. L'

Porro perenne (Allium polyanthum) o porro perenne

Il porro perpetuo forma un ciuffo di steli delle dimensioni di un dito massimo (da 1 a 2 cm di diametro). Si sviluppa nel tempo con piccoli bulbi o cayeux che si uniscono attorno alla pianta iniziale, il che significa che quest'ultima può avere un diametro da 30 a 40 cm. Tutti questi Cayeux daranno vita a barili che verranno raccolti come e quando richiesto.

Calabash (Lagenaria siceraria), una bella zucca

La zucca fa parte della grande famiglia delle cucurbitacee ma è meno diffusa perché il suo sapore amaro è piuttosto ripugnante per l'uso culinario. I suoi frutti sono quindi più decorativi del gusto; inoltre, fa miracoli come una vigorosa pianta rampicante per decorare ad esempio una recinzione. Ma sperimenteranno una crescita eccezionale se li coltivi sul cumulo di compost!I fr

L'albero del pane (Artocarpus altilis) o il rimier

L'albero del pane, o albero del pane, o anche rima, è un albero tropicale molto alto con un portamento ampio e piuttosto elegante. Non può crescere in Europa dove non è abbastanza caldo, a meno che non venga coltivato in serra a una temperatura minima di 15 ° C.Le sue foglie sempreverdi sono lunghe da 30 a 40 cm con molti ritagli: sono ampie e di un verde lucido piuttosto scuro. L'a

Noce di macadamia (Macadamia integrifolia), la noce più grassa

La noce del Queensland o macadamia ( Macadamia integrifolia ), nota anche come noce australiana o noce martello a Réunion, è più identificata dalla frutta secca che produce: le noci di macadamia, molto apprezzate in pasticceria.Questo albero di grande sviluppo, ben ramificato e con l'ampio porto, può raggiungere i 20m di altezza nello Stato del Queensland situato nel Nord-Est dell'Australia dove ha origine. Vie

Caseille (Ribes x nidigrolaria), incrocio tra ribes nero e ribes rosso

Caseille o ribes nero ( Ribes x nidigrolaria ) è il nome dato al frutto derivante dall'incrocio tra un ribes nero ( Ribes nigrum ) e un'uva spina ( Ribes grossularia 'Uva-crispa' ): questo ibrido nato in Germania all'inizio degli anni '80 è chiamato caseillier o casseillier.Si presenta come un arbusto con foglie verde scuro, decidue, palmate, trilobate, molto vigorose, prive di spine, molto resistenti alle malattie, molto rustiche (-20 ° C) e dotate di buona produttività. La

Asiminier (Asimina triloba), albero da frutto non riconosciuto

L'Asiminier è un alberello che ci viene dagli Stati Uniti orientali, il che spiega il suo nome di Virginia Asiminier, ma è anche chiamato banana tree o paw paw. Come un albero, ha un tronco diritto con corteccia liscia grigio-marrone che tende a diventare più screpolata nel tempo. Beneficia di un'eccellente rusticità (-25 ° C) mentre resiste alle alte temperature estive (35-40 ° C).Le sue

Pepe nero (Piper nigrum), la spezia principale

Il pepe nero ( Piper nigrum ) forma una liana persistente, una pianta rampicante perenne con fusti legnosi che possono raggiungere i 4m e più nel suo ambiente originario che si trova in India (Stato del Kerala) e Sri Lanka dove il clima tropicale gli si addice. .Questa classica spezia esotica che forma un duo, con il sale, su tutte le tavole, non è coltivata alle nostre latitudini europee, teme il gelo e teme un termometro che scenda sotto i 5 ° C, preferendo che vada non inferiore a 15 ° C. Le

Crosne giapponese (Stachys affinis), spiare del rosario

La crosne giapponese ( Stachys affinis ), chiamata anche epiaria da rosario, o carciofo cinese ( carciofo cinese) dagli inglesi, è una pianta perenne per via dei suoi rizomi che, quando rimangono nel terreno, si ripongono in primavera. Questi tuberi non hanno niente di orientale e nessuna origine giapponese: il loro nome deriva dalla città di Crosne nell'Essonne dove visse Désiré Bois, direttore e professore al Museo Nazionale di Storia Naturale di Parigi, che ne aveva ricevuti dall'Asia, e che li fece coltivare, nel 1882, al suo amico Nicolas-Auguste Paillieux, un industriale parigino che soddi

Aglio selvatico (Allium ursinum): virtù terapeutiche in natura

L' aglio selvatico ( Allium ursinum ) cresce allo stato selvatico, quindi è prontamente disponibile, magari nel tuo giardino, a tua insaputa, chi lo sa? Guarda nel tuo sottobosco dove ama crescere in aiuole grandi per l'ombra e la freschezza. Riconoscerlo è abbastanza facile: quando stropicciate le sue lunghe foglie lanceolate verde scuro, emerge un caratteristico odore di aglio che non confonde affatto e vi impedirà di confonderlo con qualsiasi altra pianta come il mughetto Convallarla majalis ) o colchicum per esempio. In

Oca peruviana (Oxalis tuberosa), tubero dell'altopiano andino

L'oca del Perù (Oxalis tuberosa o Oxalis crenata) è un tubero che proviene dagli altipiani andini. È una pianta foraggera perenne le cui foglie carnose sono raggruppate in un trio, che ricorda così il trifoglio. Gli steli si sdraiano facilmente e vanno dal verde-giallo al rosso. Quando sono giovani, le foglie possono essere mangiate: ricordano l'acetosa e si mangiano allo stesso modo.I fi

Chervis (Sium sisarum), un gustoso ortaggio a radice antica

Il chervis era comunemente servito in cucina, soprattutto per i pasti festivi dal Medioevo fino all'inizio del XX secolo, a poco a poco lasciato da parte a favore della pastinaca, il cui sapore potrebbe essere simile. Oggi la curiosità per gli ortaggi antichi gli dà nuovo slancio.Comunemente chiamato berle, chirouis o anche gallinacci, il chervis è una pianta perenne rizomatosa resistente (-20 ° C) voluminosa poiché può raggiungere quasi 2 m.I suoi

Cumino (Carum carvi), cumino di prato o anice dei Vosgi

Il cumino ( Carum carvi ) è una pianta aromatica biennale chiamata anche cumino dei prati o anice dei Vosgi. Tuttavia, non va confuso con il cumino ( C Aluminum cyminum ): sebbene i loro semi siano simili e appartengano alla stessa famiglia, il loro genere botanico è diverso. Inoltre, il cumino è più fruttato del cumino che ha un gusto più piccante e più orientale.La pia

Nocciola macinata (Conopodium majus), con un po 'di nocciola

Difficilmente troverai la nocciola macinata ( Conopodium majus ) sui banchi del tuo mercato ma la puoi incontrare passeggiando nei settori umidi e nelle zone boschive, soprattutto in Bretagna, ma anche in Auvergne, così come nel Var e nel Corsica. La sua coltivazione è molto riservata perché ha rese molto basse, tuttavia nulla vi impedisce, anzi, di coltivarla nel vostro orto per scoprire il suo sapore vicino alla nocciola tradizionale prodotta dal nocciolo ( Corylus avellana ).La

Quinoa (Chenopodium quinoa), riso del Perù senza glutine

La quinoa ( Chenopodium quinoa ) non è un cereale contrariamente a quanto molti credono, è un antico ortaggio a foglia che produce semi, uno dei punti di forza di cui è oggi priva di glutine . Oggi sempre più persone adottano diete "senza glutine". Di conseguenza, conosce una tale mania che è passata dal palcoscenico della curiosità esotica importata dal Perù a una cultura vissuta in Francia. Ma que