Kale o kale: semina, semina, crescita, raccolta

Kale ( Brassica oleracea var. Acephala ), nome dato dagli inglesi, è oggi il termine più frequentemente utilizzato per riferirsi al cavolo. Coltivato principalmente sul suolo europeo, il cavolo fu introdotto in America nel XVII secolo dagli inglesi. Questa pianta vegetale era già molto apprezzata nel Medioevo. Vicino alle forme vegetali, a volte è anche chiamato cavolo cappuccio o cavolo borecole.

Coltivazione di cavoli o cavoli (Brassica oleracea var. Acephala)

Questo cavolo si differenzia dalle altre varietà di cavolo per il suo modo caratteristico di crescere senza mele su steli lunghi fino a 1,5 m. Particolarmente riconoscibile per le sue magnifiche foglie lunghe (da 40 a 50 cm), verdi e increspate, il cavolo può essere molto decorativo. Il cavolo cappuccio tollera le temperature invernali fredde e rigide senza batter ciglio.

Il cavolo riccio ha poche calorie (25 kcal / 100 g). È ricco di fibre e, soprattutto, contiene antiossidanti che fanno bene agli occhi, al sistema immunitario e alla prevenzione di alcuni tumori. Inoltre, è molto importante la sua ricchezza in vitamina C, A, K e calcio, così come il suo contributo in minerali e oligoelementi (magnesio e potassio).

  • Famiglia: Brassicaceae
  • Tipo: biennale
  • Origine: nord e centro Europa
  • Semina: da aprile a giugno
  • Piantagione: trapianto 1 mese e mezzo dopo l'emergenza
  • Vendemmia: dall'autunno alla primavera
  • Altezza: da 20 a 35 cm

Terreno ed esposizione ideali per la coltivazione di cavoli

Prediligere un terreno fresco, calcareo ricco di humus, in luogo ben esposto ai raggi solari.

Data semina, semina e trapianto di cavoli

La semina viene effettuata al riparo all'inizio della primavera per una raccolta estiva, oppure in piena terra, in vivaio, da aprile a giugno, per una raccolta autunnale e invernale.

Consiglio di manutenzione e cultura di cavoli o cavoli

Molto esigente, il cavolo riccio necessita di annaffiature regolari e frequenti, con pacciamatura oltre che zappatura e diserbo. Se l'inverno è davvero rigido, proteggi il cavolo.

Raccolta, conservazione e utilizzo di cavoli

Preferibilmente il cavolo nero si mangia fresco, appena raccolto: si può preparare zuppa, patatine o brasato oppure mangiarlo crudo, tagliato a listarelle, in insalata o in frullati.

Malattie, parassiti e parassiti del cavolo

La peronospora, la gamba nera, il verme del cavolo, gli afidi, il crochet, la larva del cavolo sono nemici del cavolo.

Posizione e associazione favorevole del cavolo con altri ortaggi dell'orto

Kale può essere coltivato in contenitori con annuali per il suo fascino ornamentale.

Nell'orto, il cavolo riccio non apprezzerà la vicinanza dell'aglio. Tieni lontane anche le fragole.

Varietà di cavolo verza consigliate per la semina in giardino

Tra le varietà di cavolo vi piaceranno il molto rustico Redbor F1 , viola scuro, come il Wild Red , con foglie rosse, o la Palma con foglie molto alte (fino a 2 m). Per la cultura del contenitore, opterai per Dwarf Green .