Come innestare un ciliegio?

Esistono diversi metodi di innesto per il ciliegio, ciascuno adattato alla pianta interessata. Questo è un ottimo modo per moltiplicare alberi che non possono essere seminati, tagliati o stratificati con successo. Il ciliegio è uno degli alberi da frutto che vengono innestati secondo due modalità di innesto, a piacere, su un portinnesto tipo ciliegio (ciliegio selvatico).

L'innesto dell'intarsio del ciliegio

innesto di ciliegio intarsiato

Innanzitutto va notato che il trapianto richiede una buona padronanza tecnica della persona che lo pratica, perché non è così scontato.

Il ciliegio, che è soggetto al flusso della gomma non appena tagliato, verrà innestato in autunno, periodo in cui la linfa è minore: idealmente a settembre. Poiché in questo periodo c'è meno linfa, gli occhi dell'innesto si svilupperanno solo in primavera: questo è chiamato "innesto oculare dormiente".

Esegui la potatura per raccogliere ramoscelli con tre occhi che fungeranno da rampolli. Inizia coprendo il portainnesto ad un'altezza di 2 m. Quindi inciderlo facendo due incisioni utilizzando un dispositivo di innesto: avranno la forma di una piccola porzione o pezzo di torta sulla superficie superiore ma si incontreranno 3-4 cm più in basso.

Dopo aver tolto il pezzo di legno così tagliato, preparerai l'innesto: taglierai appena sotto l'ultimo occhio, smussato, in modo che arrivi ad sposare esattamente la stessa forma che era intagliata nel portainnesto.

In questo modo, incorporare l'innesto nel portainnesto fino a quando l'occhio che si trova appena sopra la tacca dell'innesto è incorporato un po '.

Devi legare l'assieme con la rafia che avvolgerai per tutta la lunghezza della fessura. Quindi rivestire con un mastice da innesto che permetta di impermeabilizzare il tutto.

In primavera la rafia si spezzerà da sola e lascerà il posto agli occhi che si svilupperanno se il tuo trapianto avrà successo!

L'innesto del ciliegio in cresta

Con lo scudo innesto, l'innesto è composto solo da un solo occhio attaccato a una piccola parte della pianta.

Può essere fatto sia a giugno e si parlerà di un "innesto oculare a spinta" perché la linfa primaverile svilupperà l'innesto, oppure ad agosto-settembre per un "innesto oculare dormiente".

Il portainnesto non deve avere un diametro superiore a 3 cm. Pulisci la base con un panno umido. Ad un'altezza di dieci centimetri, taglierai fino al legno la corteccia a T di 2 cm di larghezza per 3 cm di altezza circa. Staccerai delicatamente la corteccia su entrambi i lati della fessura, usando l'innesto.

Prendete il ramo d'innesto che avrete tagliato la mattina stessa e tagliate uno scudo facendo attenzione a un piccolo pezzo di legno che taglierete a punta a ciascuna estremità, come una lingua che sarà lunga circa 3 cm e larga 1. Taglia le foglie che sono ancora intorno all'occhio.

Inserire lo scudo nella fessura della T, tra la corteccia sbucciata e il legno. L'occhio dovrebbe trovarsi al centro della tacca nella corteccia. Rimuovere la parte superiore dello scudo che sporgerebbe sopra l'occhio. Legare il tutto con rafia, senza aggiungere necessariamente mastice.