Pero (Pyrus communis) con frutti dolci e gustosi: piantare, crescere, prendersi cura

Il pero è un albero da frutto rustico con fogliame deciduo che l'uomo ha apprezzato sin dalla notte dei tempi, o almeno fin dalla preistoria. Per la cronaca, i siti archeologici hanno dato prova che i peri erano già coltivati ​​più di 20.000 anni fa. L'albero può raggiungere i 10m di altezza e porta con orgoglio delle belle foglie lunghe da 8 a 10 cm, alterne, ovali e di un bel verde brillante, che ravviveranno il giardino autunnale assumendo un colore giallo-arancio.

Pero (Pyrus communis), frutto dolce e gustoso

Ad aprile, una moltitudine di fiori bianchi e semplici, con 5 petali attorno a stami rosa o rossi, appaiono sui ramoscelli dell'albero. Attenzione al gelo che può distruggere fiori e giovani frutti a partire da -2 ° C, soprattutto con tempo umido!

Il vantaggio di avere questo albero nel tuo frutteto è per il suo frutto delizioso e succoso che produce: la pera. Le varietà di pere possono essere conservate per diversi mesi. Può essere consumato cotto, crudo o anche in camicia e può essere associato a tutti i tipi di piatti come il Roquefort o l'insalata.

  • Famiglia: Rosaceae
  • Tipo: albero da frutto
  • Origine: Europa temperata e Asia occidentale
  • Colore: fiori bianchi
  • Semina : sì
  • Taglio: no
  • Piantagione: autunno
  • Fioritura: da aprile a giugno
  • Altezza: fino a 10 m di altezza

Terreno ed esposizione ideali per piantare un pero in giardino

Il pero richiede un terreno ricco di argilla. Al pero piace l'esposizione al caldo, un orientamento sud-est o sud-ovest sarà perfetto per questo.

Data di innesto e impianto di peri

Per la moltiplicazione, è possibile seminare, ma i frutti risultanti sono generalmente duri e non molto succosi. È quindi preferibile praticare un innesto a rosetta per la maggior parte delle varietà. Il portainnesto è generalmente un albero della piantina o una mela cotogna ( Cydonia vulgaris ).

La semina viene effettuata in autunno, evitando periodi di forti piogge.

Consigli per la cura e la coltivazione della pera

La cosa più importante è assicurarsi che il proprio pero non soffra mai di un terreno troppo secco che potrebbe indebolirlo notevolmente. Nei suoi primi anni, diserbare regolarmente il terreno alla sua base in modo che possa beneficiare il più possibile dei nutrienti contenuti nel terreno e pacciamare la base per conservare l'umidità.

La potatura viene eseguita in inverno per distinguere chiaramente i boccioli in fiore dai boccioli delle foglie. La potatura di formazione viene effettuata nei primi anni sia a forma piramidale che a graticcio (corde, palmette). Dai 2 ai 3 anni la potatura di addestramento consentirà una produzione più regolare dei frutti.

Malattie, parassiti e parassiti dei peri

Crosta, oidio, moniliosi, ruggine, ruggine del fuoco, psilla, cocciniglie, hoplocampus, gall moscerino, cocciniglia sono tutti piccoli problemi che la pera può sperimentare.

fiori di pero (Pyrus communis)

Posizione e associazione favorevole del pero

La cosa più importante è evitare un luogo dove il terreno è troppo sabbioso, il pero potrebbe soffrire di siccità molto più velocemente.

Il pero trova il suo posto in tutti i frutteti, piuttosto in una situazione soleggiata perché i corridoi dell'aria fredda e dei venti dominanti non riescono.

Varietà consigliate di peri per avere frutti meravigliosi

Esistono molte specie e varietà di pere, tra cui Fondante de Croncels con frutti morbidi e dolci, Beurré Hardy i cui frutti hanno una polpa molto tenera e molto apprezzata per la sua resistenza alla ticchiolatura, o Bon Chrétien William con polpa bianca e saporita. muschiato, o Le Lectier con i suoi grandi frutti particolarmente profumati che possono essere consumati fino a gennaio ...