Come dare la medicina al mio gatto senza sputarlo?

I gatti possono essere molto complicati da controllare quando si tratta di maneggiarli per la cura, compresa la somministrazione di farmaci. Che sia sotto forma di compressa, capsula o gocce, spesso è difficile costringerli a ingoiare questo prodotto sconosciuto e poco appetitoso! Alcuni hanno persino l'arte di bluffare per sputare la medicina una volta girata la schiena ... Ecco le possibili strategie per dare la medicina al tuo gatto.

Come dare la medicina al mio gatto senza sputarlo?

Tecnica 1: mescolare il medicinale nel cibo

Questo metodo è sicuramente il più "morbido" di tutti, ma la sua efficacia non è sempre garantita perché molti gatti non si lasciano ingannare! Sfortunatamente, il semplice posizionamento della compressa in una ciotola di crocchette non funzionerà perché sarà in grado di risolverlo e farà il broncio ogni volta. Se invece conosci bene i gusti del tuo gatto, è usando la sua golosità che lo raggiungerai e preferibilmente utilizzando un alimento la cui consistenza non gli permetterà di rilevare la pastiglia: purè, gnocco di carne macinata, burro morbido, filetto di tonno, sarde, tutto è permesso! Spingi bene la medicina nel pezzo scelto, la cui dimensione ti sarà adattata in modo che il gourmand faccia un lavoro breve.

Tecnica 2: somministrare il medicinale direttamente a mano

Siamo franchi su questo punto, è molto probabile che un tale tentativo fallisca a meno che tu non abbia a che fare con un gatto particolarmente goloso! Se questo è il tuo caso, puoi provare a mettere la compressa nel palmo della mano, ben nascosta in una manciata di dolcetti, e sperare che la ingoi.

Tecnica 3: schiacciare la compressa e mescolarla alla sua razione

La polvere della compressa prima della somministrazione può essere una tecnica efficace se il gatto è riluttante a ingerirla tutta in una volta. Questo metodo ovviamente funziona meglio con il mash, che è più appetitoso e ha un odore più forte delle crocchette. Può anche essere mescolato in una ciotola d'acqua, che sembra appropriata per le gocce di droga. Ma l'olfatto acuto del gatto gli permetterà spesso di rilevarlo e rischia di imbronciarne il contenuto, anche se ha molta sete!

Tecnica 4: utilizzare una pipetta per somministrare il farmaco

Se la tecnica di cui sopra non è riuscita, puoi provare con una pipetta o una siringa senza ago a somministrare il medicinale precedentemente sciolto in acqua direttamente nella bocca del tuo animale domestico. Dovrai mantenerlo bene e se possibile avere qualcuno che ti aiuti per questa operazione. Tieni saldamente il gatto e inclina delicatamente la testa all'indietro, senza ferirlo ovviamente. Quindi allargare le mascelle abbastanza da adattarsi alla punta della pipetta; puoi anche provare a farlo scorrere su un lato della bocca mantenendo la testa indietro.

Tecnica 5: somministrare il farmaco nella parte posteriore della gola

Questo non è il metodo più delicato, ma è molto utilizzato, soprattutto dai veterinari. Infatti, una volta la mano amica, non presenta particolari difficoltà a meno che il tuo gatto non sia una vera furia! Come per la tecnica 4, inclina delicatamente la testa all'indietro prima di allargare le mascelle usando il pollice e l'indice posti su ciascun lato della bocca, agli angoli delle labbra. La compressa verrà quindi lasciata cadere mirando bene dietro la lingua, nella parte posteriore della gola. Quindi chiudi la bocca tenendo la testa alta e mantieni questa posizione per alcuni secondi. Tieni la bocca chiusa e massaggia la gola: la deglutizione dovrebbe avvenire naturalmente e il gatto si lecca spesso la punta del naso in questo momento, segno della buona riuscita dell'operazione! NON'sentiti libero di chiedere una dimostrazione al tuo veterinario.

Tecnica 6: avvolgere prima il gatto in un asciugamano

Quest'ultimo accorgimento aiuta a evitare che il gatto si dimeni e si graffi: così fasciato, sarà più facile da mantenere e potrai somministrare il trattamento con il metodo che preferisci.